Dentro la testa del campione: vincere.

Dentro la testa del campione: vincere.

Video CNN con il Dr. Sanjay Cupta. Traduzione italiana di Rossella Pruneti.

È il momento per il quale si allena ogni atleta d’élite – e che spera di raggiungere se non si fa sopraffare dalla pressione. Cosa avviene qui nel cervello che può impedirti di fare del tuo meglio e come puoi evitare di essere intralciato nella tua migliore prestazione?

Come fanno gli atleti di élite, di livello mondiale e olimpico (#rio2016) a mantenersi calmi in gara? Il Dr. Sanjay Cupta indica la scienza della calma mentale per la massima prestazione.

Il corpo di un atleta attentamente allenato sa esattamente cosa fare. Quelle capacità atletiche sono immagazzinate nella memoria muscolare, proprio qui, in un’area del cervello chiamata “striatum”, che è l’autopilota del cervello.

Il segreto per vincere è evitare che la zona preposta al pensiero nel cervello, frontale la “corteccia prefrontale”, interferisca. Lo fai se sei “nella zona”, “in bolla”, calmo e concentrato.

Meditazione e yoga aiutano ad abbassare la frequenza cardiaca e calmano la mente, riducendo l’attività della parte del cervello preposta al pensiero.

La visualizzazione è un approccio di provata efficacia. Immagina ogni sensazione relativa a quando afferri una palla da basket in modo che, quando accade veramente, il tuo corpo esegue automaticamente i movimenti necessari per farlo.

Molti atleti d’élite hanno imparato a vedere il lato positivo dei momenti di pressione psicologica ed usarli a proprio vantaggio: allenano l’amigdala, il centro cerebrale delle emozioni e dello stress, dove si può associare lo stress alla sensazione di successo.

E il fallimento? Senza dubbio, non ci pensano neanche.

Condividi
Share