Ferriss intervista Schwarzenegger

Ferriss intervista Schwarzenegger

Ferriss intervista Schwarzenegger su vari argomenti ma qui voglio concentrarmi su quanto detto tra il minuto 10 e 14 (circa).

L’attrezzo più importante del bodybuilding e come Arnold l’ha usato per vincere.

Imparai la visualizzazione da Arnold Schwarzenegger. Leggevo i suoi libri e un giorno, con il mio ragazzo di allora, ci dicemmo: perché non provare? Così la applicai agli obiettivi in palestra (che poi erano i piccoli step per una gara) e, quasi contemporaneamente, agli studi universitari. È ovvio che come per questi ultimi oltre a visualizzare STUDIAVO anche, molto e bene, in palestra mi allenavo, molto e bene. La visualizzazione non è la materializzazione di qualcosa dal niente: è l’input essenziale all’azione e all’impegno. Ripeto: deve essere seguita dall’azione e dall’impegno.

 

Ferriss intervista Schwarzenegger

Oggi due dei miei personaggi preferiti, Arnold stesso e Tim Ferriss, si sono incontrati per un’intervista (disponibile, in inglese, qui: http://fourhourworkweek.com/2015/02/02/arnold-schwarzenegger/).

Ferriss ha decostruito i trucchi e le strategie di Arnold a partire da 00:10:16 dell’intervista.

Anche solo dalla faccia, sicura, non solo dal fisico, Ferriss sottolinea che si capiva che Arnold avrebbe vinto i Junior Mr. Europe di Stoccarda (1965, la sua prima gara importante alla quale partecipò durante il servizio militare in Austria) e che lui stesso ne era sicuro.

Arnold Schwarzenegger vince i  Junior Mr. Europe di Stoccarda (1965)

Da dove arriva la sicurezza? Dalla visione che Arnold aveva dell’obiettivo.

[Tweet “”My confidence came from my vision”. – Arnold Schwarzenegger”]

Se hai una visione molto chiara di dove vuoi arrivare, tutto il resto è molto più facile perché sai sempre come mai ti alleni cinque ore al giorno, perché vai oltre la barriera del dolore, perché stai a dieta di più, perché ti devi impegnare di più, perché devi essere disciplinato di iù… Non dici: “mamma mia devo fare altri 200 sit-up” ma piuttosto: “Non vedo l’ora di fare altri 200 sit-up perché così sarò un passo più vicino a vincere il Mr. Universe, il mio obiettivo”.

La visione è un film girato nella tua testa, più volte al giorno magari, realistico… suoni, immagini, ogni possibile senso ed emozione positiva devono essere coinvolti.. Come spiega Arnold: “Quando vinsi il Mr. Universo mi ero già visto chiaramente prima sul palco che venivo premiato, stavo in posa dietro il trofeo e poi lo sollevavo sopra la testa con centinaia di bodybuilder intorno a me e tutti gli sguardi puntati su di me compresi quelli delle migliaia di spettatori”.

[Tweet “”Non ero lì per gareggiare, ero lì per vincere”. – Arnold Schwarzenegger “]

“Una chiara visione di ciò che volevo mi ha sempre ispirato a dare il massimo. Ho sempre pensato che lo sport non è solo una cosa fisica ma la forza mentale, la mentalità, la psicologia nello sport è molto più importante”.

[Tweet ““Ho sempre pensato che lo sport non è solo una cosa fisica ma … forza mentale”. – Arnold Scwharzenegger “]

Fonte originale Ferriss intervista Schwarzenegger

[video_player type=”youtube” width=”560″ height=”315″ align=”center” margin_top=”0″ margin_bottom=”20″]aHR0cHM6Ly93d3cueW91dHViZS5jb20vd2F0Y2g/dj1ENUUzbEJESG1NWQ==[/video_player]

  • Puoi ascoltarla nella pagina del sito di Ferriss: qui.
  • Puoi ascoltarla su iTunes.
  • Puoi ascoltarla dal tuo browser semplicemente cliccando qui.
  • Puoi scaricarla come MP3 cliccando con il tasto destro del mouse sopra qui e scegliendo “Salva…”
Condividi
Share