Ghetto Training numero 2 – Prigioni

Ghetto Training numero 2 – Prigioni

Molto spesso il bodybuilding è lo “spazio” che manca. Come accade nell’allenamento coi pesi in carcere. Soddisfa il bisogno di sfogare la frustrazione di una limitazione (fisica o psicologica, costrittiva o autoimposta), di indirizzare su uno sport la piena dirompente dell’aggressività, di trovare soddisfazione in una qualche dimensione. Questo lo sapeva bene anche Arnold e dagli inizi della sua carriera si è recato nei penitenziari per stimolare all’allenamento di bodybuilding. Guardate.

[video_player type=”youtube” width=”560″ height=”315″ align=”center” margin_top=”0″ margin_bottom=”20″]aHR0cHM6Ly93d3cueW91dHViZS5jb20vd2F0Y2g/dj1KYUt6RVlYS0JVYw==[/video_player]

Condividi
Share