Piccole modifiche nelle pose obbligatorie IFBB delle categorie internazionali Bodybuilding e Classic Bodybuilding

Piccole modifiche nelle pose obbligatorie IFBB delle categorie internazionali Bodybuilding e Classic Bodybuilding

Fonte: http://www.ifbb.com/small-modifications-in-bodybuilding-mandatory-poses

Piccole modifiche nelle pose obbligatorie delle categorie Bodybuilding e Classic Bodybuilding - 2015

L’Esecutivo IFBB ha approvato alcune piccole modifiche per le pose obbligatorie delle categorie Bodybuilding e Classic Bodybuilding. Le variazioni riguardano soprattutto la posizione delle gambe. Entrano in vigore con l’inizio del 2015. Vediamo posa per posa.

 

  1. Doppi bicipiti di fronte

Di fronte ai giudici, con una gamba spostata in avanti e di lato a 40-50 cm di distanza dal corpo, il concorrente solleva entrambe le braccia portando i gomiti all’altezza delle spalle. Le mani sono chiuse a pugno e i polsi flessi verso il basso al fine di contrarre i muscoli bicipiti e quelli degli avambracci (i gruppi muscolari principale oggetto di valutazione attraverso questa posa). In aggiunta, il concorrente dovrebbe cercare di contrarre quanti più altri muscoli gli è possibile perché i giudici valuteranno tutto il resto del fisico, da capo a piedi.

 

  1. Dorsali frontali

Di fronte ai giudici, con le gambe e i piedi sulla stessa linea e distanziati al massimo di 15 cm, il concorrente appoggerà le mani col palmo aperto oppure chiuse a pugno, contro, oppure sopra, la parte bassa del punto vita o degli obliqui e aprirà il muscolo gran dorsale. Al tempo stesso, il concorrente dovrebbe cercare di contrarre quanti più muscoli possibile della parte frontale del corpo. Sarà rigorosamente vietato sollevare il costume per mostrare l’inserzione più alta dei quadricipiti.

 

  1. Espansione toracica

Il concorrente può scegliere su quale lato eseguire la posa mostrando così il braccio “migliore”. In piedi, con il fianco destro o sinistro volto verso i giudici e il braccio più vicino ai giudici piegato a 90° rispetto all’avambraccio, impugnerà il polso. La gamba più vicina ai giudici sarà piegata ma appoggiata sull’avampiede. Il concorrente espanderà il torace sollevandolo in alto con la pressione del braccio piegato e contrarrà il muscolo bicipite quanto più possibile. Contrarrà anche i muscoli della parte frontale della gamba, i femorali e, spingendo sull’avampiede, i polpacci.

 

  1. Doppi bicipiti di schiena

Di schiena ai giudici, il concorrente assumerà la posizione della posa di Doppi Bicipiti di Fronte per quanto riguarda le braccia e i polsi, mentre posizionerà un piede indietro, poggiandolo sull’avampiede. Contrarrà i muscoli delle braccia oltre che a quelli delle spalle, della parte superiore e inferiore dei dorsali, dei femorali e dei polpacci.

 

  1. Dorsali di schiena

Di schiena ai giudici, il concorrente appoggerà la mano sul punto vita, tenendo i gomiti aperti, mentre gambe e piedi sono sulla stessa linea e distanziati al massimo di 15 cm. Contrarrà, aprendolo, il gran dorsale. Il concorrente dovrà cercare di mostrare il polpaccio opposto a quello mostrato nella posa di Doppi bicipiti di Schiena in modo che i giudici possano valutarli entrambi.  Sarà rigorosamente vietato sollevare il costume per mostrare il grande gluteo.

 

  1. Tricipite di lato

Il concorrente può scegliere su quale lato eseguire la posa mostrando così il braccio “migliore”. Con il fianco sinistro o destro verso i giudici, il concorrente porta entrambe le braccia dietro la schiena, incrociando le dita oppure afferrando il polso del braccio più vicino ai giudici con la mano dell’altro braccio. La gamba più lontana rispetto ai giudici sarà piegata ma appoggiata sull’avampiede. Premendo il braccio più vicino ai giudici, il tricipite sarà in contrazione. Il concorrente solleverà il petto e contrarrà i muscoli di addome, coscia e polpaccio.

 

  1. Addominali e cosce

Fronte ai giudici, il concorrente porterà entrambe le braccia dietro la testa con una gamba in avanti oppure gambe in linea tra loro e piedi distanziati meno di 15 cm (a scelta). Contrarrà gli addominali piegando leggermente in avanti il tronco (come nell’esercizio “crunch”). Contemporaneamente, contrarrà i muscoli delle coscia.

Condividi
Share