Ripetizioni in cucina fitness

Ripetizioni in cucina fitness

Cucina Fitness ti da tutte le strategie e le ricette per non fermarti alla terza cena di merluzzo bollito. E una strategia è la ripetizione, ossia ripetere i tuoi menù senza annoiarti. Se ti alleni in palestra, pensa a quanto sei riuscito a fare grazie alle ripetizioni degli esercizi, giorno dopo giorno o allenamento dopo allenamento. Lo stesso avviene con l’alimentazione. Magari non hai molto chiaro come poterlo fare con l’alimentazione e in un attimo te lo spiego. Però hai avuto esperienza della musica… la ripetizione di musiche e canzoni che senti molte, molte volte e ti entrano dentro, portando con sé un’emozione, e poi ogni volta che le risenti, rivivi anche l’emozione stessa. E ancora un’altra esperienza di ripetizione che agisce fortemente su di te è la pubblicità. La pubblicità ovunque, che ripetuta ripetuta ripetuta entra talmente dentro di te che poi sei portato ad acquistare o a desiderare certi oggetti.

 

La ripetizione non è sempre negativa. Anzi. Nell’apprendimento la ripetizione è la prima legge. E la ripetizione delle informazioni e delle azioni giuste sostiene lo stile di vita che immagini, che sogni, che desideri. Ripetere sostiene il cambiamento che vuoi ottenere, perché se non lo fai, cioè se non hai costanza nel ripetere quell’azione che vuoi imparare, non riesci ad ottenere il cambiamento, continui a fare quello che hai sempre già fatto e quindi ad ottenere i soliti vecchi risultati. La ripetizione ti permette quindi di apprendere anche uno stile di vita. Perché in fondo in fondo, lo stile che hai adesso lo hai appreso proprio per ripetizione.

 

Come fa la ripetizione ad aiutarti in tutto questo?

Con la ripetizione riprogrammi il tuo subconscio. Riprogrammi, perché già è stato programmato, come ti parlo nel libro quando affronto l’argomento dei paradigmi alimentari.

E poi la ripetizione ti permette di fare questo perché ottieni il risultato. Ottenendo il risultato aumenti la tua sensazione di autoefficacia, cioè sentimento interno, quasi una felicità interiore, di riuscire a fare quella cosa. Quindi, ancorare quello che fai ad un’emozione così positiva, ad una sensazione così bella, ti spinge ad andare avanti. Ecco perché spesso si dice anche il brutto della dieta è la prima settimana, i primi tre o quattro giorni, e poi si comincia ad ingranare.

 

Se non sei familiare con una cosa, ti ci vuole più tempo, più esposizione, a quella cosa, a quel concetto o a quel movimento, in modo di ingranarlo. Quando fai spesso qualcosa, quel qualcosa diventa molto più facile, perché diventa chiaro, comprensibile ed anche credibile. E se una cosa ha queste caratteristiche (è chiara, è comprensibile ed è credibile perché vedi che ti sta dando risultati), allora la fai.

 

Come sfruttare la potenza della ripetizione applicandola all’alimentazione fitness e alla tua dieta?

Anzitutto, organizzando i pasti, preparandoli in anticipo (la sera prima, una settimana prima), cucinarli utilizzando il freezer o i Tupperware. Di questo ne parlo nel libro.

 

Ancora, sfruttare la potenza della ripetizione rieducando le tue papille gustative ai nuovi sapori e ai nuovi gusti fitness, per esempio al dolce naturale.

 

Puoi sfruttare il metodo della ripetizione garantendoti l’aderenza al tuo piano alimentare per almeno l’80-90% delle volte (a meno che tu non sia un atleta agonista in prossimità di una competizione), cioè dedicando un pasto dei 42 eventuali pasti settimanali che fai, a qualcosa di libero, ad uno sgarro, ad un qualcosa di diverso, non necessariamente junk food ma comunque a cambiare, a interrompere la ripetizione. Ma solo per una volta, perché poi è la ripetizione che lavora ad aiutarti a creare lo stile di vita.

 

Con Cucina Fitness e questa strategia la dieta diventa uno stile di vita sostenibile per sempre. Perché in tutto, non solo nella dieta, i risultati arrivano non dal sapere ma dall’applicare ciò che si sa.


Puoi acquistare il libro o l’ebook pdf Cucina Fitness su questo stesso sito, su Amazon, nei migliori online store o nella tua libreria di fiducia.

Condividi
Share