Perché il 99% dei bodybuilder non guadagna soldi per vivere di… bodybuilding?

Perché il 99% dei bodybuilder non guadagna soldi per vivere di… bodybuilding?

Questo è un video prezioso e ambizioso perché vi spiego come fare soldi. Money!

La domanda è: come mail il 99% dei bodybuilder non guadagna direttamente dal proprio sport mentre invece vuole che sia così per potersi dedicare al proprio sport?

La questione è come il gatto che si morde la coda: gira sempre su sé stesso e puoi risolverla solo alzandoti di livello con una maggiore consapevolezza.

La consapevolezza non è che i soldi non fanno la felicità ma è che i soldi fanno la comodità. Con i soldi puoi avere un’alimentazione di qualità superiore, acquistare fonti proteiche migliori, pagarti la palestra, la consulenza di un allenatore, le quote di iscrizione alle gare e i viaggi per raggiungere i luoghi di gara.

Quello che non compri con i soldi e che devi fare sempre te con l’olio di gomito è il lavoro in palestra. Cioè i soldi non compensano la mancanza di volontà, di cervello e di proporzioni fisiche.

La legge cui ubbidiscono i soldi, come tutto nella nostra vita, la legge delle leggi, è la legge di causa ed effetto: tanto metti, tanto ottieni. In palestra, più ti impegni e più risultati arrivano. Il denaro è una ricompensa che ti viene data per un servizio che rendi. Non puoi pensare che qualcuno ti paghi per un servizio che rendi solo a te stesso, come allenarti, mangiare e dormire. Sarebbe come se una suora di clausura pretendesse uno stipendio… e lasciamo perdere che possano avere sovvenzioni da enti come il Vaticano (ma quella, appunto, è carità non è guadagnare).

Il fine ultimo di tutto è rendere agli altri, anche per il nostro sport. Lo stesso Arnold Schwarzenegger ne fa una delle sue regole di vita: Giving Back, rendere, rendere allo sport. E sappiamo quanto ne ha ottenuto. Questo non è uno scandalo perché è la legge di causa ed effetto: tanto dai e tanto ricevi.

Se rendi un buon servizio, ricevi tanti soldi.

Se non ricevi soldi è perché non rendi un buon servizio.

Poi hai due scelte: o ti trovi un lavoro che non c’entra niente col bodybuilding, che ti finanzia il bodybuilding come un hobby, oppure imposti il bodybuilding come un lavoro.

Ma la domanda che ti devi assolutamente fare allora è: qual è il servizio che rendo praticando il mio sport? Quindi trovati un servizio da rendere con il tuo sport, e fallo bene… e fai anche di più di quello che ti si aspetta. Vedrai che sarai ricompensato, con il denaro ma anche con la soddisfazione. Più avrai valore come atleta, più avrai soldi.

Il settore del fitness e del benessere è quello di maggiore espansione a livello mondiale. Il futuro è di chi si occupa di fare stare bene le persone, dal punto di vista fisico o mentale. Quindi non hai scuse: hai in mano una professione vincente. Devi solo cambiare la consapevolezza che hai di te stesso, del servizio che rendi e di cosa significa soldi.

Condividi
Share