Pubblicato il

Disciplina nel bodybuilding e fitness‬. Scegli: non quello che vuoi ora ma quello che vuoi davvero.

Rossella Pruneti - Wellness Coach

La disciplina del bodybuilding. Disciplina è: fare quello che deve essere fatto anche se non se ne ha voglia. Nel bodybuilding non si parla molto di disciplina perché ai bodybuilder piace fare quello che fanno. Molte persone che devono intraprendere una dieta dimagrante o devono mettersi in forma sanno di avere bisogno della disciplina ma, nella loro testa, “disciplina” equivale a punizione.

Puoi cambiare tutto questo se adotti l’atteggiamento che hanno i veri bodybuilder, che non amano fare quello che fanno perché sono pazzi, ma perché sanno che quei sacrifici, tra virgolette, sono il prezzo da pagare per il risultato che vogliono.

Avrai già letto la frase di Jim Rohn, magari in un banner di Facebook, quella che dice “O soffri le pene della disciplina o soffri le pene del rimorso”.

Il collegamento tra il risultato che vuoi e la disciplina che devi usare è scontato. La disciplina è un po’ l’autostrada che ti porta da dove sogni a dove veramente sei quello che hai sognato.

  1. Pensa ciò che vuoi essere e 2. realizza che la disciplina è la capacità di dare a te stesso un comando e seguirlo.

Tre consigli su come sviluppare la disciplina:

  1. Programma la tua giornata, la settimana e i mesi fino all’obiettivo, che sia la gara o il raggiungimento del peso o della forma che vuoi. Programma anche le piccole cose, anzi proprio quelle perché la disciplina si annida in quelle e si somma con quelle per dare un grosso risultato.
  2. Ogni giorno visualizza il risultato che vuoi. Avere presente l’immagine finale sarà come avere una luce in fondo al tunnel buio che ti guida per arrivarci.
  3. E poi comanda te stesso. Sì, comandati. Sei te che ti comandi. Ricordi la nuova definizione di “disciplina” che avrai da oggi. “Disciplina è la capacità di fare a te stesso un comando e di seguirlo”. Che c’è di più bello? Decidi da te di fare ciò che sogni e lo fai. Scegli non quello che vuoi ora, ma quello che vuoi davvero.

 

Pubblicato il

Come ottenere tutto ciò che vuoi: chiedere.

Bordighera Dennis Universe 2014

Come puoi ottenere tutto ciò che vuoi? Chiedi.

Nel business, nello sport e nei rapporti con le altre persone quanto ci mettiamo, tanto otteniamo; quanto chiediamo, tanto otteniamo. Ecco perché occorre avere idee chiare su ciò che vogliamo, possiamo e dobbiamo metterci. Giostrandoci tra la spavalderia di tentare e l’accortezza di volare basso se necessario, altalenando tra l’insistente e infallibile richiesta del bambino viziato e lo scaramantico scetticismo dell’adulto.

Nel bodybuilding e le discipline collegate, scegliere la categoria giusta è uguale a porsi le domande giuste: trovi risposte, soluzioni e successo.

Per sceglierla bene bisogna sapere avanzare la domanda con intelligenza. Cosa voglio? E voglio davvero quello che voglio? Perché non c’è peggiore cosa di chiudersi da soli in una “categoria” angusta, chiedendo (troppo) poco alla vita. La vita a richiesta risponde, non arrotonda o imbelletta di sua iniziativa.

[Tweet “Non c’è peggiore cosa di chiudersi in una categoria angusta,chiedendo (troppo) poco alla vita.”]

[video_player type=”youtube” width=”560″ height=”315″ align=”center” margin_top=”0″ margin_bottom=”20″]aHR0cHM6Ly93d3cueW91dHViZS5jb20vd2F0Y2g/dj10Q0RNWmZrS1RnUQ==[/video_player]

Vediamo un po’ di appunti da questo video di Jim Rohn.

Impara l’arte di chiedere. Sai cosa vuoi?

 

1) Chiedere è il primo passo per ottenere. Chiedere inizia un processo particolare mentalmente e emozionalmente. Un bottone schiacciato e tutta la macchina parte.

2) Ottenere non è un problema. È automatico.

Se ottenere non è un problema, qual è il problema?

Il problema è: non chiedere. Non sapere chiedere. Puoi essere un bravo lavoratore, impegnarti, ma non sapere chiedere.

3) Ottenere è come l’oceano: sconfinato. Il successo non è a lotti limitati.

Il problema è che la gente va all’oceano con un cucchiaino per riempire un secchiello.

 

Due modi per chiedere:

 

1) chiedi con intelligenza, sii specifico e chiaro. Definisci e descrivi quello che vuoi. Questo è potente. Gli obiettivi sono come calamite, ti attraggono nella loro direzione: meglio li descrivi, più funzionano, più attraggono.

2) chiedi con fede. Chiedi con l’animo di un bambino, non di un adulto: gli adulti sono troppo scettici. Progetta come un adulto e credici come un bambino.

 

Ricorda però che non sempre ottieni tutto ciò che vuoi, perché il mondo è tale che alle volte grandina sul raccolto e piove sulla festa, ma puoi ottenere moltissimo lo stesso.

 

Prova per 90 giorni questo metodo. Magari funziona, magari no. Ma se funzionasse? Prova.

 

[video_player type=”youtube” width=”560″ height=”315″ align=”center” margin_top=”0″ margin_bottom=”20″]aHR0cHM6Ly93d3cueW91dHViZS5jb20vd2F0Y2g/dj1fVEhUUjdRMDhZNA==[/video_player]